Carlo Goldoni
Gli amanti timidi

ATTO SECONDO

SCENA TERZA   Carlotto solo.

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA TERZA

 

Carlotto solo.

 

CARL. Io resto attonito, maravigliato. Il padrone può aver avuto un ritratto per l'altro; ma quel di Roberto ci deve essere, perché l'ho veduto. Questo però non è quello che più m'inquieta. Quel che mi mette in maggior apprensione, è questo ritratto qui che non so da chi venga, e dubito che Camilla m'inganni. Se Arlecchino si ha fatto fare il ritratto, avrà avuto la sua ragione. Chi sa ch'egli non l'abbia dato a Camilla; e che Camilla, o a posta o non volendo, non l'abbia dato alla sua padrona? Oh! se potessi scoprire la verità.

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License