Carlo Goldoni
Gli amori di Zelinda e Lindoro

ATTO PRIMO

Scena Diciottesima. Donna Eleonora, Don Flaminio e Fabrizio

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

Scena Diciottesima. Donna Eleonora, Don Flaminio e Fabrizio

 

ELE. (a Don Flaminio e a Fabrizio) Bravi, bravissimi, l'uno e l'altro.

FAB. (ad Eleonora) In quanto a me, vi protesto...

FLA. (a Fabrizio) Indegno! vorreste gettar la colpa sopra di me?

ELE. È inutile che parliate meco. Zelinda è sortita ed ecco una ragione di più che giustifica la risoluzione che ho presa. Se avete delle cose da dire (a Don Flaminio) voi le direte al padre, (a Fabrizio) voi le direte al padrone. (osservando fra le scene) Eccolo , è ritornato. Sarà mio carico l'istruirlo. Toccherà a voi a giustificarvi. (Presto, presto, impediscasi ch'ei non trattenga Zelinda.) (da sé, parte)

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License