Carlo Goldoni
Gli amori di Zelinda e Lindoro

ATTO TERZO

Scena Decima. Lindoro, poi Don Flaminio

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

Scena Decima. Lindoro, poi Don Flaminio

 

LIN. Ecco la ragione de' miei timori.

FLA. (correndo dietro a Zelinda) Crede ella che non mi dia l'animo di arrivarla?

LIN. Dove andate, signore?

FLA. Voi in disposizione d'impedirmi il passo?

LIN. Sì, signore. Io qui, disposto di tutto perdere, piuttostoché abbandonarvi Zelinda.

FLA. Presuntuoso che siete! Io mi rido di voi, e la raggiungerò vostro malgrado. (si avanza)

LIN. (mette mano alla spada) Giuro al cielo! voi passerete per questa spada.

FLA. (mette mano per difendersi) Temerario! in faccia al Corpo di Guardia?

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License