Carlo Goldoni
L'arcadia in Brenta

ATTO SECONDO

SCENA NONA   Foresto solo

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA NONA

 

Foresto solo.

 

 

Certo non dice mal; sogliono tutti

Gettar la colpa su la schiena altrui.

Se un'opera va mal, dice il poeta:

«La mia composizion è buona e bella;

Quel ch'ha fallato è il mastro di cappella ».

E questo d'aver fatto

Gran musica si vanta,

E che il difetto vien da chi la canta.

Infine l'impresario,

Senza saper qual siane la cagione,

Se ne va dolcemente in perdizione.

 

Perché riesca bene un'opera,

Quante cose mai vi vogliono!

Libro buono e buona musica,

Buone voci e donne giovani,

Balli, suoni, scene e macchine.

E poi basta? Signor no.

Che vi vuol? Io non lo so.

Ma nol sa nemmen chi critica,

Benché ognun vuol criticar.

Parla alcuno per invidia,

Alcun altro per non spendere,

Mentre il più di tutti gli uomini

Col capriccio che li domina

Suol pensare e giudicar. (parte)

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License