Carlo Goldoni
L'arcadia in Brenta

ATTO TERZO

SCENA QUARTA   Foresto e detti

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA QUARTA

 

Foresto e detti.

 

FOR.

Signor Fabrizio.

FABR.

Ebben, che c'è di nuovo?

FOR.

È un'ora che vi cerco, e non vi trovo.

Dove diavolo è

Il rosolio, il caffè?

Giacinto ne vorria, Rosanna il chiede,

E un cane che lo porti non si vede.

FABR.

Oh canchero! mi spiace. Presto, presto,

Pancrazio, dove sei? (viene il Servo)

Apri l'orecchio bene:

Servi questi signor come conviene.

 

A Lauretta la sua cioccolata,

A Madama un tazzin di ristoro,

Il rosolio a quegli altri, e il caffè.

Poi farai una torta sfogliata.

(Zitto... ascolta). Farai un pasticcio...

(Zitto, dico. Non dir non ve n'è).

(Già lo so tutto quel che vuoi dire.

Non v'è roba, non v'è più denaro.

Non importa, sta cheto, l'ho caro;

Tai pensieri non toccan a te). (parte col Servo)

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License