Carlo Goldoni
Arcifanfano re dei matti

ATTO PRIMO

SCENA QUARTA

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA QUARTA

 

Furibondo con la spada incalzando alcuni Pazzi; poi Arcifanfano con un nerbo di bove.

 

FUR.

Canagliaccia, vuò ammazzarvi,

Voglio tutti trucidarvi.

Para, mena, tira, ah!

ARC.

Alto, alto, alto . ( una nerbata a Furibondo)

FUR.

Grazie a vostra Maestà.

ARC.

Lo conoscete? (gli mostra il nerbo)

FUR.

Sì, signor, lo conosco.

ARC.

E ben, come si appella?

FUR.

Al mio paese

Questi nerbi gentili e sì ben fatti

Si sogliono chiamar castigamatti. (parte)

ARC.

Per castigar i pazzi più bricconi,

Queste son le mie spade e i miei cannoni.

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License