Carlo Goldoni
Aristide

SCENA SETTIMA

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA SETTIMA

 

Arsinoe, Bellide

 

ARS.

Misera, che sarà?

BELL.

Non vi affliggete;

Già per marito avete

Un bravo Greco, valoroso e scaltro,

E se questo mancasse,

Ne troverete in breve tempo un altro.

 

A una donna spiritosa

Non può mai mancar marito;

Sol chi fa la schizzignosa

Suol morir con appetito.

Chi sta troppo sussiegata

Disprezzata - ognor sarà.

La catena altrui soave

E l'usar finezze a tempo,

Ma chi sta sempre sul grave,

Odio solo imprimerà. (parte)

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License