Carlo Goldoni
Le avventure della villeggiatura

ATTO PRIMO

Scena Prima. Brigida, Paolino, Tita, Beltrame

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

ATTO PRIMO

 

Scena Prima. Brigida, Paolino, Tita, Beltrame

 

Sala terrena in casa di Filippo, con tavolini da gioco, sedie, canapè ecc. Gran porta aperta nel fondo, per dove si passa nel giardino.

 

BRIGIDA: Venite, venite, che tutti dormono.

PAOLINO: Anche da noi non è molto che si son coricati.

TITA: E le mie padrone non c'è dubbio che si sveglino per tre ore almeno.

BELTRAME: Se vegliano tutta la notte, bisogna che dormano il giorno.

PAOLINO: E voi, signora Brigida, come avete fatto a levarvi sì di buon'ora?

BRIGIDA: Oh! io ho dormito benissimo. Quando ha principiato la conversazione, io sono andata a dormire. Hanno giocato, hanno cenato, hanno ritornato a giocare, ed io me la godeva dormendo. A giorno la padrona mi ha fatto chiamare; mi sono alzata, l'ho spogliata, l'ho messa a letto, ho serrata la camera, e mi sono bravamente vestita. Ho fatto una buona passeggiata in giardino, ho raccolto i miei gelsomini, e ho goduto il maggior piacere di questo mondo.

PAOLINO: Così veramente qualche cosa si gode. Ma che cosa godono i nostri padroni?

BRIGIDA: Niente. Per loro la città e la villa è la stessa cosa. Fanno per tutto la medesima vita.

PAOLINO: Non vi è altra differenza, se non che in campagna trattano più persone, e spendono molto più.

BRIGIDA: Orsù, questa mattina voglio aver anch'io l'onore di trattare i miei cavalieri. (Scherzando.) Come volete essere serviti? Volete caffè, cioccolata, bottiglia? Comandate.

PAOLINO: Io prenderò piuttosto la cioccolata.

TITA: Anch'io cioccolata.

BELTRAME: Ed io un bicchiere di qualche cosa di buono.

BRIGIDA: Volentieri; vi servo subito. (In atto di partire.)

TITA: Ehi! la cioccolata io non la prendo senza qualche galanteria. (A Brigida.)

BRIGIDA: Eh! ci s'intende.

PAOLINO: La signora Brigida sa ben ella quel che va fatto.

BRIGIDA: Già della roba ce n'è, già la consumano malamente; è meglio che godiamo qualche cosa anche noi. (Parte.)

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License