Carlo Goldoni
I bagni di Abano

ATTO TERZO

SCENA NONA   ROSINA e detto

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA NONA

 

ROSINA e detto.

 

ROS.

Signor Luciano mio,

Son tutta spaventata.

LUC.

E tremo anch'io.

ROS.

Che pensate di far?

LUC.

Pria di morire,

Voglio far testamento.

ROS.

Oh quest'è bella!

Testamento? perché?

LUC.

 

Perché davvero

Mi sento male, e di guarir dispero.

 

ROS.

Avete roba da disporre assai?

LUC.

Molta ne consumai,

Ma me ne resta ancora

Per esser grato cogli amici miei.

ROS.

(Allettarlo vorrei!

Ma se ricco non è,

Coll'ipocondria sua non fa per me).

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License