Carlo Goldoni
Le baruffe chiozzotte

ATTO SECONDO

Scena Ottava. Isidoro e Paron Vicenzo

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

Scena Ottava. Isidoro e Paron Vicenzo

 

Cancelleria.

 

VIC. La vede, lustrìssimo, la una còssa da gnente.

ISI. Mi no ve digo che la sia una gran còssa. Ma ghe l'indolenza, ghe la nomina dei testimoni, incoà el processo: la Giustizia ha d'aver el so logo.

VIC. Crédela mo, lustrissimo, che colù che vegnù a querelare, sia innocente? L'ha tratto anca elo de le pieràe.

ISI Tanto mèggio. Co la formazion del processo rileveremo la verità.

VIC. La diga, lustrissimo; no la se poderave giustare?

ISI. Ve dirò: se ghe fusse la pase de chi offeso, salve le spese del processo, la se poderave giustar.

VIC. Via, lustrissimo; la me cognosse, so qua mi, la me varda .

ISI. Ve dirò, paron Vicenzo. V'ho dito: che la se poderàve giustar, perché fin adesso dal costituto dell'indolente no ghe gran còsse. Ma no so quel che possa dir i testimoni: e almanco ghe ne vói esaminar qualcheduno. Se no ghe sarà de le cosse de più; che no ghe sia ruze vecchie, che la baruffa no sia stada premeditada, che no ghe sia prepotenze, pregiudizi del terzo, o cosse da sta nature; anzi darò man a l'aggiustamento. Ma per altro no vói arbitrar. Son Cogitor, e no son Cancelier, e ho da render conto al mio principal. El Cancelier a Venezia; da un momento a l'altro el s'aspetta. El vederà el processetto; ghe parleré , ghe parlerò anca ; a , utile no me ne vien, e no ghe ne vòggio. Son galantomo, me interesso volentiera per tutti, se poderò farve del ben, ve farò del ben.

VIC. Ela parla da quel signor che la : e mi so quel che averò da fare.

ISI. Per mi, ve digo, no vòggio gnénte.

VIC. Via, un pèsse, un bel pèsse.

ISI. Oh! fina un pésse, sì ben. Perché gh'ho la tola; ma anca a me piase far le mie regolette.

VIC. Oh! lo so, che sió Cogitore el de bon gusto, sió Cogitore.

ISI. Cossa voléu far? Se laóra: bisogna anca devertirse.

VIC. E ghe piase i ninzoletti a sió Cogitore.

ISI. Orsù, bisogna che vada a spedir un omo. Sté qua. Se vien sta zente, diséghe che adesso torno. Diséghe a le donne, che le vegna a esaminarse, che no le gh'abbia paura, che son bon con tutti, e co le donne son una pasta de marzapan. (parte)

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License