Carlo Goldoni
Le baruffe chiozzotte

ATTO TERZO

Scena Terza. Pasqua e Lucietta col ninzoletto sulle spalle, e detti

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

Scena Terza. Pasqua e Lucietta col ninzoletto sulle spalle, e detti

 

LUC. (a Beppo) Còss'è?

PAS. (a Beppo) Còssa fàstu qua?

BEP. (Con sdegno) Còssa me séu vegnùe a dire?

LUC. Senti.

PAS. Vié qua, senti.

BEP. Còssa v'andéu a inventare?...

LUC. (con affanno) Mo vié qua, presto!

PAS Presto, poveretto !

BEP. Còss'è? Còssa gh'é da niovo? (s'accosta e lo prendono in mezzo)

LUC. Va via.

PAS. Vàte a retirare. (intanto le altre due donne si cavano i ninzoletti)

BEP. Mo se le m'ha dito, che no gnente.

LUC. No te fidare.

PAS. Le te vol sassinare.

LUC. Sèmo stae a Palazzo, e no i n'ha gnanca volèsto ascoltare.

PAS. Ele i le gh'ha ricevèste, e nu altre i n'ha cazzào via.

LUC. E Orsetta stada drento più de un'ora col Cogitore.

PAS. Ti processà!

LUC. Ti in cattura.

PAS. Vàte a retirare.

BEP. (a Orsetta) Comuòdo? A sta via se sassina i òmeni?

ORS. Còssstà?

BEP. Tegnirme qua per farme precipitare?

ORS. Chi l'ha dito?

LUC. L'ho dito mi, l'ho dito.

PAS. E savèmo tutto, savèmo.

LUC. (a Beppo) Va via.

PAS. (a Beppo) Va via.

BEP (a Orsetta) Vago via... ma me l'averé da pagare

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License