Carlo Goldoni
Bertoldo, Bertoldino e Cacasenno

ATTO TERZO

SCENA ULTIMA

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA ULTIMA

 

Il Re, la Regina, Aurelia ed Erminio; e detti.

 

RE

Mirate la famiglia

Tutta allegra e contenta.

 

REG.

In lor si vede

L'amor di libertà scolpito in fronte.

A chi è avvezzo a godervita amena,

Il viver alla Corte è dura pena.

 

AUR.

Ah, volentieri anch'io

Cangerei con costor lo stato mio.

 

ERM.

Veramente è un piacere

Passar la notte e il giorno

Senza pensieri in placido soggiorno.

 

RE

}a quattro

Dolce diletto

Piacer verace,

Goder in pace

La libertà.

REG.

AUR.

ERM.

MENG.

}a quattro

Che bel contento!

Che bel piacere!

Che bel godere

La libertà!

BERTOL.

BER.

CAC.

 

 

TUTTI

 

 

 

Dolce diletto

Piacer verace,

Goder in pace

La libertà.

 

Fine del Dramma.

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License