Carlo Goldoni
La birba

PARTE SECONDA

SCENA PRIMA   Cecchina da orbetta

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

PARTE SECONDA

 

 

 

SCENA PRIMA

 

Cecchina da orbetta.

 

 

Via, con l'orbetta

Siè generosi,

Mostreve pietosi

No me abbandonè.

Chi me un soldo?

Chi me un bezzo?

Qualcossa buttè.

 

 

 

O poveretta mi, xe più d'un'ora

Che stago a chiappar freddo,

E 'l primo soldo non ho visto ancora.

(M'affatico a parlar in veneziano,

Che un tal mestier non fa perfettamente

Chi la favella ed il vestir non mente.

L'arte di cavamacchie

M'è andata male assai,

Onde quest'imparai

Nuovo mestier da certa vecchiarella

Che con simil finzion vive ancor ella.

In fatti mi contento. In pochi giorni

M'avanzai tal dinaro,

Che alle miserie mie può far riparo.

Oh se mi capitasse

Un qualche buon partito,

Vorrei pigliar marito, e benché fosse

Molto inferiore alli natali miei,

Senza riguardo alcun lo piglierei).

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License