Carlo Goldoni
La bottega del caffè

ATTO SECONDO

Scena Venticinquesima. Vittoria e Ridolfo

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

Scena Venticinquesima. Vittoria e Ridolfo

 

VITTORIA (a Ridolfo) Che vuol dire che non parla?

RIDOLFO È confuso.

VITTORIA Che si sia in un momento cambiato?

RIDOLFO Credo di sì. Le dirò: se tanto ella, che io, non facevamo altro che piangere, e che pregare, si sarebbe sempre più imbestialito. Quel poco di muso duro, che abbiam fatto, quel poco di bravata, l'ha messo in suggezione, e l'ha fatto cambiare. Conosce il fallo, vorrebbe scusarsi, e non sa come fare.

VITTORIA Caro Ridolfo, andiamolo a consolare.

RIDOLFO Questa è una cosa che l'ha da fare V.S. senza di me.

VITTORIA Andate prima voi, sappiatemi dire come ho da contenermi.

RIDOLFO Volentieri. Vado a vedere; ma lo spero pentito. (entra in bottega)

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License