Carlo Goldoni
La bottega del caffè

ATTO TERZO

Scena Diciassettesima. Un garzone della bottega del caffè e detti

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

Scena Diciassettesima. Un garzone della bottega del caffè e detti

 

GARZONE Signor padrone, il signor Eugenio vi chiama. (si ritira)

RIDOLFO Vengo subito; (a Don Marzio) con sua licenza.

DON MARZIO Riverisco il signor politico. Che cosa guadagnate in questi vostri maneggi?

RIDOLFO Guadagno il merito di far del bene; guadagno l'amicizia delle persone; guadagno qualche marca d'onore, che stimo sopra tutte le cose del mondo. (entra in bottega)

DON MARZIO Che pazzo! Che idee da ministro, da uomo di conto! Un caffettiere fa l'uomo di maneggio! E quanto s'affatica! E quanto tempo vi mette! Tutte cose che io le avrei accomodate in un quarto d'ora.

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License