Carlo Goldoni
La buona madre

ATTO SECONDO

SCENA NONA   Barbara e Giacomina

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA NONA

 

Barbara e Giacomina

 

GIAC. (Spiega l'indiana e la guarda)

BARB. Vedèu? Gh'avevi voggia de una traversa, e el ciel v'ha provisto.

GIAC. Vorla che me la fazza?

BARB. Fenì i maneghetti.

GIAC. Cara ela, la lassa che me fazza sta traversa.

BARB. Via, fèvela.

GIAC. Co bela che la xe! La me daga de le azze225.

BARB. Mi no so se ghe n'abbia. Per diana, m'ho desmentegà de farmene dar da sior Rocco. Adesso, adesso, vôi mandar da elo, e vôi che sora sto marcà el me daga de le azze.

GIAC. Intanto laorerò in tei maneghetti. (siede e lavora)

BARB. Margarita.

 

 

 





p. -
225 Mi dia del filo.



Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License