Carlo Goldoni
La buona figliuola maritata

ATTO PRIMO

SCENA QUINTA   La Marchesa Lucinda, poi il Marchese

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA QUINTA

 

La Marchesa Lucinda, poi il Marchese

 

LUC.

Costei è un bravo mantice,

Per attizzare il foco,

Ed io mi soglio accendere per poco.

M'accende e mi tormenta

Vedere a mio dispetto

Padrona in questo tetto una che vanta

Giovinezza, bellezza e virtù tanta.

Ma pur sarei costretta

Soffrir la pena mia,

Senza il duolo fatal di gelosia.

MARC.

La mia sposa dov'è? (alla Marchesa)

LUC.

La riverisco.

MARC.

Servo suo. La mia sposa

Si sa dove sia andata?

La cerco e non la trovo;

Chiamo, chiamo, e non m'ode.

LUC.

Io sua serva non son, né sua custode.

MARC.

Oh, signora germana,

Or che è sposa ancor essa, e cavaliera,

Non la vorrei vederbrutta in ciera.

LUC.

Anzi sono allegrissima,

Or che il signor germano

All'incognita sua data ha la mano.

MARC.

Incognita voi dite

Alla mia Baronessa?

LUC.

Duchessa e principessa

Degnissima d'impero:

Ma voi lo dite, ed io non credo un zero.

MARC.

Spropositi, pazzie. Donne e poi donne,

E quando dico donne,

So io quel che vo' dire.

LUC.

Spiegatevi, signor...

MARC.

Non vo' impazzire.

LUC.

Donne, donne! Le donne

Sono di varie sorte.

La sua gentil consorte

Dell'altre è più pregiata,

Poich'ella è corteggiata

Da un cavalier compito.

MARC.

Come! Come! Da chi?

LUC.

Da mio marito.

MARC.

Puh! che diavolo dite?

Tacete in cortesia...

Non mi fate venire... andate via.

LUC.

Sì, andrò da questa casa,

Ma già son persuasa

Che a servirla verrà lo sposo ingrato,

Buon amico e fedel di suo cognato. (con ironia)

 

Se cieco d'amore

Vi rese la benda,

L'onore - vi renda

La luce smarrita;

L'ingrata, l'ardita

Staccate dal sen.

Il primo non siete

Tradito, ingannato,

Ma il primo sarete

Gustare il velen. (parte)

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License