Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
Salvatore Cammarano
La battaglia di Legnano

IntraText CT - Lettura del testo

  • ATTO PRIMO - EGLI VIVE
    • Scena quarta. Donne, Lida
Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

Scena quarta. Donne, Lida

 

Sito ombreggiato da.gruppi d'alberi in vicinanza delle fossate colme d'acqua, che circondano i muri; essi veggonsi torreggiare nel fondo.

Lida si avanza come assorta in profondi pensieri, alcune sue donne la seguono, ella siede al rezzo, ed ivi rimane estatica, figgendo gli occhi al cielo.

3. Coro di donzelle

Donne
Plaude all'arrivo Milan dei forti,
Cui si commettono le nostre sorti;
Sui prodi a spargere nembi di rose
Corron festose le donne ancor.
Tu sola fuggilieta vista;
Come da scena orrida e trista:
Pur della patria senti l'affetto,
T'arde nel petto italo cor!

Scena e Cavatina

Lida
Voi lo diceste, amiche,
Amo la patria, immensamente io l'amo!
Ma dove spande un riso
La gioja, per me loco
Ivi non è. Sotterra
Giacciono i miei fratelli, ambo i parenti.
E ... troppe in sen m'aperse orrendo fato
Insanabili piaghe! ... A me soltanto
È retaggio il dolor, conforto il pianto!
(I suoi occhi riempionsi di lagrime: le donne, onde concedere libero sfogo al suo cordoglio, si aggruppano in fondo)
Quante volte come un dono
Al Signor la morte ho chiesta!
L'esistenza è a me funesta ...
È la tomba il mio sospir.
Ma son madre! ... madre io sono!
Darmi un figlio Iddio volea!
Ah! per me divenne rea
Fin la brama di morir.




Precedente - Successivo

Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (V89) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2007. Content in this page is licensed under a Creative Commons License