Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
Alfabetica    [«  »]
dinotante 4
dinotanti 1
dinotare 3
dio 194
diocleziane 1
diocleziano 2
diogene 1
Frequenza    [«  »]
196 vve
195 due
195 tre
194 dio
194 oggni
194 stato
194 voi
Giuseppe Gioachino Belli
Sonetti romaneschi

IntraText - Concordanze

dio

    Sonetto
1 20 | panzata?~ ~S’ha da vede, per dio, la buggiarata~ch’er Cristiano2 2 23 | zipario,~ecchete che per dio da un cammerino~viè ffora 3 24 | de du fiumi che stanno in dio sa dove~vienghi a rubbavve 4 32 | libbro dell’arte.~ ~Viva er Dio Marte:~crepi l’invidia e 5 74 | vvedello3~pare un spacco per dio de callarosta,4~oppuramente5 6 93 | faccia amara.~Compare mio, Dio sce la manni1 bbona.~ ~Comincerà 7 101 | pe mmé nne la scudella?~Dio ve n’arrenni merito, sorella,~ 8 116(1) | Per zio, in cambio di per Dio. 9 121 | mola,~come, piascenno a Dio, ve dirà el muto.~ ~Titta 10 134 | tanto avete la testa in Dio sa ddove.~ ~Ma lo sapemo 11 147 | le scianche da la pena,~Dio l’abbi in grolia, e requieschiatt’ 12 150 | la fijja de Sciriola;~ ~dio s’allarga,5 peddio, la fischiarola!,6~ 13 150(5) | Espressione imitativa di «Dio sagrato». 14 165 | ebbe viduti,~strillò per Dio con cuanta vosce aveva:~« 15 177 | sbiossa2~che vve sturi, dio guardi, er cuccometto,~nun 16 192 | servaccia;~e mmó cche ssei, Dio guardi, er pissciatore~d’ 17 205 | osteria~ ~«Hai raggione per Dio! nun ccattive~ste sciriole». « 18 218 | a una bbalia spiccicata:~Dio te li bbenedichi, Furtunata,~ 19 244 | guerra er zangu’ umano!~Dio, che ppô ffàggni cosa 20 249 | frosce!12~Duncue fâmo13 per dio poche parole.~ ~In legno, 21 253 | puttanaccia d’Eva,~ ~si4 mmai Dio Padre, c’ha ttalento assai,~ 22 268 | è dde fora, sotto panni~Dio lo sa ssi cche bbrodo de 23 274 | ssanto?~ ~Le donne , pper dio, tutte puttane,5~l’ommini 24 318 | Debbiticci1~~ che ssi mmette per dio mano ar palosso,~è ssalame 25 328 | Andrea Vellino~pe cchi mmore, dio guardi, d’accidenti.~ ~Pe 26 334 | immano.8~ ~L’incenzo ar Dio, la mirra all’omo, e ll’ 27 339 | la madre in sta magnera~Dio permesse c’annassi in pricipizzio.~ ~ 28 342(15) | Calibita, detto S. Giovanni di Dio, fondatore dello spedale 29 353 | sora Lionora,~uprite oh dio che lla luscerna bbutta».~ ~ 30 358(4) | Per l’amor di Dio.~ ~ ~ 31 366 | poste,~e pportassi3 per dio cento collane~er mi’ padrone 32 369 | giorn’o llantro che pper dio sagrato~me zompeno le verginemmaria,1~~ 33 378 | companatico der Paradiso~ ~Dio, doppo avé ccreato in pochi 34 389(1) | formola preservativa, come: Dio salvi ognuno; Salvo dove 35 394 | e ssò ffigura pe cquer dio sagrato~de pisciavve mai 36 417 | mariti~~ ~Mariti? eh, Dio! si le cose, commare,~se 37 424 | porcile~te puzzeno, per dio, sino li peli:~vôi fini 38 431 | edè:4~, ccorpo der zuDio, bbroccoli e rrape!~ ~Terni, 39 449 | davero, nu lo seccherei...~Dio lo conzóli e jje ne renni8 40 454 | 454. Li spiriti~~ ~Dio sia con noi! Lo vedi, eh? 41 462 | sgommera;11 e a Nnatale~Dio lo sa cche ppangiallo12 42 467 | cuelli~co un ciarvello, per dio!, che nun cojjona.~Nun fuss’ 43 472 | te sce corco.4~ ~Cuesto, Dio sant’e ggiusto, è cche mme 44 476 | de stalla in de la testa.~Dio sagrataccio! e cquanno mai 45 484 | ccacca!9 ~Cquà cce vonno, per dio, tanti de bbaffi,~ un 46 497 | ciarvello.~ ~Nun fussantro, per dio, cuelluso bbello~de sparagnà 47 505 | canale~cuanno avessi, per dio, la bbocca chiusa.~ ~Roma, 48 511 | sporchizzia?!~, cchiamela per dio Terra de cani.~ ~Roma, 29 49 512 | Nerone,~che le lite, per dio, tra li cristiani~nun z 50 513 | vino...~ma ssenza vino io?! Dio me ne guardi!~ ~Nun avessi 51 516 | ffasse fotte~sta galerra per dio cuann’è ffinita!~ ~Povere 52 518 | ssi jje bbatte er petto.~ ~Dio!, opri er core a cqueste 53 524 | cciusciù.~ ~E a sta ggente, per dio, che nnun za ddí~manco in 54 527 | e strillò: «Zzitti, per dio!~ ~Ch’edè, ssignori miei, 55 549 | fienarolo~ ~, ssí, per dio! , ssí, per cristo santo!~ 56 561 | mojje pene,~seggno per dio che nun je torna bbene.1~ ~ 57 565 | Lasseli divertí, per dio sagrato!~Cent’a lloro un’ 58 584 | imbocco!~Ma ffréghelo, per dio, che uscello cane!~ ~Va 59 609 | musicarolo1~ ~Bbravo, per dio! Ma bbravo Ggiuvannino!~ 60 611 | era er guasto,~o ereno per dio tutt’accidenti.4~ ~Roma, 61 623 | fetente,4~j’ha vvennuto, per dio, Roma e lo Stato!~ ~Roma, 62 637 | un zero,~e li scechi per dio fanno a ttresette!~ ~Una 63 644 | maggna,~nun te pare, per dio, caricatura?~ ~Se ssapé 64 663 | , ccor ziggnor Pavolo~Dio sa l’incerti che cciabbuscherei.~ ~ 65 705(3) | il ritratto in quel che Dio vuole. 66 718 | ariscallato1~ ~Accidenti, per dio! cuesta è la prima~che mm’ 67 720 | ppoi, pe cconciabbocca, Dio sagrasco,6~sc’è la bbalena7 68 754 | cuanto scrocchia, per dio, ’na castaggnola5~dove lei 69 756 | le sceste:~«Curre,2 per Dio, ch’er vento nun te passi».~ ~ 70 759 | Angiolo allora da un cantone:~«Dio te vorze1 provà co sto setaccio...».~ 71 764 | ggiorno intiero:~senza de lei Dio sa li cascatoni!~ ~Eppuro,5 72 766 | dico:~impiómmelo,11 per dio: dajje er tortore.12~ ~Roma, 73 768 | farzamento.1~ ~Cuelli, per dio, nun zoneno campane~pe ffà 74 770 | E ddevèsse accusí, pper dio de leggno,~perché sto servitor 75 771 | l’assciutto?~ ~Ah! pper dio santo è un ber colore er 76 772 | nnoi sta sorte~tocca, per dio, da presentajje er collo.~ ~ 77 786 | naticchia?9~nu la vedi, per dio, come arïoca?10~ ~Nu le 78 788 | Che aratore,6 per dio! che omo dotto!~Sino è arrivato 79 798 | rossa.~ ~Bbuggiaralla, per dio, si8 è antica assai!~Me 80 809 | che aveva a la lenterna8~Dio cuanno accese er zole, e 81 821 | de sta bbellidea?~Doppo, dio santo, che nnun pijjo un 82 842 | palloni,~si ll’impatti è pper dio grasso che ccola.9~ ~Ggiuchi 83 843 | parrocchiani?~ ~Indovèlli, per dio, dimme, indovèlli,~si ssò6 84 854 | mannato un bavero,7 per dio!~ ~E li Greghi pe Rre ppijjeno 85 856 | che ddistate ciariscalla2~Dio fa cche dda la terra se 86 868(9) | Per dia, invece di per dio. Transazione tra il vizio 87 912 | puttane?~Zitti: e ar Papa, per Dio, ’na pietra sopra.9~ ~Roma, 88 931(5) | nella morte del Figliuolo di Dio. 89 934 | sse sapeva.~Affogamo per dio stantro papetto».~ ~Roma, 90 952 | un mese!~Nu lo senti per dio che nnun cammina?~ ~Tu sguercete10 91 954 | ssceggni2 ggiú dda la funtana.~Dio mio, che rrobba! cuanto 92 983(8) | lo metta. Dove poi e che, Dio lo sa! 93 988 | cquanno che ccrep’io, per dio sagrato,~vojjo stenne5 94 1000(11)| dina, sostituzione a «per dio». 95 1010 | aritrovato *~ ~È una sscèna, per dio, propio una sscèna.~Ma ttutte 96 1013 | zusangue! Ah nnò, pper dio,~, ttra le tigre nun z’ 97 1027 | quanno comincio.~ ~Doppo, per dio, che la Bbonifiscenza6~cià7 98 1041 | canniti!6~che ccanàri, per dio!, che rrosiggnoli!~Pareno7 99 1052 | vecchio,~nun sta cchi pper dio jjeri era frate!9 ~ ~Romani 100 1063 | sana.~ ~Pussibbile,2 per dio, c’a sta puttana~nun j’abbi 101 1065 | tutta-quanta.~ ~Bbenedetta, per dio, st’Angiolonona!12~bbenedetta 102 1090 | un zazzerino~lisscio, per dio, che ffa vvergoggna a un 103 1093 | pitaletto~e l’ammollo per dio come un purcino.~ ~Che sse 104 1097 | e lo sentirà llei, per dio sagrato,~che cce s’abbusca5 105 1100 | accusí: ffalle ppiú bbrutte.~Dio nun paga oggni sabbito,6 106 1100(6) | Dio non paga ogni sabato. Proverbio.~ ~ ~ 107 1101 | a ffiume.~ ~Speravo in Dio che cquarche ccreditore~ 108 1105(4) | festivi, niuna bottega (e Dio guardi le osterie ed i caffe!) 109 1114 | Caterina:11 un Curato, per dio, che12 mmaggnerebbe?~ ~18 110 1119(5) | della gran tregua fatta da Dio con Noè dopo a’ cento giorni, 111 1123 | Tre ggiorni Papa io, dio serenella!3~te je vorrebbe 112 1128 | 1128. Er ver’amore~ ~Dio nun vojji, ma er birbo me 113 1142(6) | orazione e morte di Roma (Dio guardi). È uficiata dalla 114 1145 | mai trova~una vita, per dio, ppiú strapazzata.~ ~Povero 115 1150 | ssciroppa2~quer Cardinale mio, Dio l’abbi in pasce!~E la bbumba?3 116 1150 | piasce!~Come ssciúria,4 per dio! come galoppa!~ ~Quello? 117 1152 | cummuggnon’in fiocchi.6~ ~Ah, un Dio vvisità li poverelli,~ 118 1167 | canajja che nun crede in Dio~è un’Apostola9 vera de la 119 1212 | casa~ ~Presto, a ccena, per dio, bbrutte marmotte,~ché ddomani 120 1220 | in famijja,~servo, sor Dio; nun ze ne fa ppiú ggnente.~ ~ 121 1225 | apposta.~ ~Venti scudi, dio mio!, valgono a ppeso.~Che 122 1230 | Da la condanna ch’er bon Dio je diede~je se ne scala 123 1242(1) | vendetta al cospetto di Dio, numero 4. In tutto: numero 124 1243 | manichi-de-panze?8~ ~A rrisico,9 per dio!, ch’in zupresenza,~ne 125 1289 | pavolata!1~~ Arrabbieli, per dio! rotta de collo!~ ~Mezzo 126 1314 | Quelle 15 bbelletà, pper dio de leggno!~Sibbè ccadesso 127 1335 | E ssi7 ffussi bbuscía?8 Dio jje ne manni9~pe ccressce10 128 1339 | la fede e la speranza.~ ~Dio senza duvertú! Ddio senza 129 1352 | il vero.~ ~Oh Giudici di Dio, voi le salvate,~ributtando 130 1357 | vvò.~Ma a ppedibus,6 per dio, scià7 da vení;~e a la longa 131 1377 | cicoriaro,~me parerebbe er Dio de la bburraggine.~ ~8 dicembre 132 1386 | Curato~nun ze trova, per dio, drent’a le stelle.~ ~Nun 133 1404 | bbonissima liscenza,~l’omo, per dio, nun ze8 misura a ccanne.~ ~ 134 1406 | mmezza parola,~pare, per dio, che jje s’intorzi7 in gola:~ 135 1420 | 1420. Li mariti~ ~Dio la sa llonga, amico, e cquanno 136 1421 | aripono».2~Disce: «Bbravo, per dio! L’ho ppropio a ccaro».~ ~ 137 1422 | nnu la stimo un fico.~ ~Dio ne guardi sto vizzio a ttemp’ 138 1422 | davero?~Lavorate, per dio! Pane e ssudore.~ ~11 gennaio 139 1430 | sua piú d’un polletro.2~ ~Dio s’allissciava intanto li 140 1437 | Raffaelle...~Cazzo, per dio! tu mm’arïòpri er tajjo.~ 141 1439 | capoccia,10~e spinosi, per dio, ppiú de li cardi.~ ~17 142 1463 | visto un diavoletto uguale.~Dio ve lo bbenedichi, sora sposa,~ 143 1474 | accosto?~Voi cqua, pper dio, nun ce piantate er posto~ 144 1503 | ssem’iti a la bbrascia,1 dio sagrato!~ ~Ar meno, da quell’ 145 1527 | commar Giuseppa!~Propio, per dio, nun ce la una zappa.~ ~ 146 1533 | marito?~«Me l’hai fatta, per dio, porca miggnotta!».3~ ~23 147 1539 | furia~ ~ ggeloso sicuro, dio sagrato!~E nun ho da patí 148 1581 | Sverzà5 ffiumi de sangue, dio sagraschio,6~e pperché? 149 1581(6) | circospetto onde non dire: Dio sagrato. 150 1583 | striggnerà lli panni addosso.~ ~Dio fa ccampana e ccapoccella,5 151 1597 | a ddì nnellorazzione:~«Dio, fa’ cche tutt’er Monno 152 1645(3) | Oh Dio, che ridere!~ ~ ~ 153 1664 | manoscritto!~ ~Ah, cqua, pper dio!, nun ze3 cammina dritto!~ 154 1672 | ggioventú.~Ma la fede, per dio, l’ha da caccià~mo cche 155 1675 | sempre quarche ccosa».~«Dio ve l’accreschi». «Grazzie, 156 1687 | in gola~come fussi,4 per dio, scera de grano.5~ ~Quanno 157 1708(6) | presenza del Figliuol di Dio.~ 158 1725 | cordojjo:~«Cqua cc’è acqua, per dio! questo è rritropico».8~ ~ 159 1727(3) | Oh dio signore, oh povera creatura! ( 160 1738(2) | amatissimo Pontefice e Padre. Dio guardi.~ ~ ~ 161 1752(4) | Per dia, invece di per dio: mezzo giuramento. 162 1756 | ppe sta strada~lòro, per dio, nun me la fanno un cazzo.~ ~ 163 1762(10)| penitenza onde ottenere da Dio pietà per loro e per noi. 164 1763 | crature5~ner campaccio, per dio, come li cani!~ ~Pe la moda 165 1765 | porta,~l’èsse8 er primo, per dio, sempre è un onore.~ ~agosto 166 1776 | moccoletto:~lo chiameno, per dio!, propio lo vonno.~ ~Quer 167 1797 | Agliorca?6~S’è abbrusciata, per dio!, com’una spiga.~ ~Che ha 168 1798 | via, nun zarà ggnente.~Dio la conzòli co mmillantri4 169 1811 | raggione.~ ~Sissiggnora,4 per dio, n’ebbe d’avanzo;~perché 170 1819 | Nina!~Nun ce la , pper dio, piazza de Spaggna.~E llí 171 1823 | 1823. Er deserto~ ~Dio me ne guardi, Cristo e la 172 1826 | nera~piú sbusciata, per dio, der cascio6 sbrinzo».~ ~ 173 1852 | llogramo.2~ ~Le pagamo, per dio, su la piggione,~sur letto 174 1860(7) | imperscrutabile giustizia di Dio, fa eccellente riscontro, 175 1869 | pieni.~ ~Sor professore mio, Dio lo distini~a ttrovà dapertutto 176 1885 | sbajja.~Quest’è acciaro, per dio! ferro filato.~ ~Una piastra, 177 1924 | in faccia? Oh a vvoi, per dio!,~avemo messo er correttor 178 1939 | rasa~e una corma,10 per dio!, 11 ssempre un grano;~ 179 1953 | addosso,~disce: «Sscirpa,7 per dio!, cqua sto lustrino»,8~che 180 1975 | sonno.~ ~Quanto me sento, dio sagranne monno!,~scotolà3 181 1987 | cardeo,~c’ha una vosce, per dio, tonna e ppriscisa.~Sce 182 2003 | fronte,~e sse fesce per dio com’un cetrolo.~ ~E cquanno 183 2007 | mmerdosi,~sti pivieri, per dio!, sti sbusciafratte!~ ~Sbudellà 184 2084 | impicciatorio der Padre Curato~ ~Dio nu l’ha ffatto pe spiegà 185 2106 | vviaggiatori,~ve tratteno, per dio, peggio d’un cane.~ ~Li 186 2110 | hanno sempr’in bocca, per dio d’oro!~E cco sto bbèr ce 187 2125 | cardinale ha ccreso tanto in Dio?!~Un cardinale è ddiventato 188 2128(3) | Dio mi guardi! No davvero!~ ~ ~ 189 2153 | da capezza?~E cche, pper dio!, ddiventato un vermine,~ 190 2159 | de quelli llí ccredeno in Dio.~ ~20 aprile 1846~ ~ ~ 191 2168 | Io ffigura, pe cquer dio sagrato,~d’abbuscamme un 192 2199 | li carcerati debbitori...~Dio mio! me sce s’addrizzeno 193 2223 | futtuto?~Co l’assciutta, per dio, c’avemaúto~che nemmanco 194 2270 | abbito novo?~Nu lo vedi, per dio, che m’aritrovo~drent’a


Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (V89) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2007. Content in this page is licensed under a Creative Commons License