Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
Giuseppe Gioachino Belli
Sonetti romaneschi

IntraText CT - Lettura del testo

Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

1322. Li San Giuvanni

 

Nun c’imbrojjamo co le spesce.1 Piano.
Un conto è Ssan Giuvanni Evangelista,
un antro2 conto San Giuvan Batista,
e un antro San Giuvanni Laterano.

 

Er primo è cquello c’ha la penna in mano,
l’uscello3 fra le gamme4 e ffa la lista.
Er ziconno5 è la statua c’hai vista
che bbattezza er Ziggnore in ner Giordano.

 

Er terzo finarmente è un Zan Giuvanni
che nun ze ssapé6 cchi bbestia sia,7
e nu l’ho mmai capito in quarant’anni.

 

Sii chi ddiavolo ,8 cquesto nun preme.
Però cquer Laterano è una pazzia
c’abbi da 9 ddu’-San-Giuvanni-inzieme.10

 

24 giugno 1834

 




1 Non c’imbrogliano colle specie: non confondiamo le cose.

2 Altro.

3 L’uccello.

4 Gambe.

5 Il secondo.

6 Non si può sapere.

7 Sia e sii sono una medesima voce. Sia per solito si dice dal volgo alla fine dei periodi, e sii per entro a quelli.

8 Vuole.

9 Che abbia da dire, significare.

10 Per intelligenza di questo passo è da sapersi che la Chiesa di San Giovanni in Laterano è ugualmente dedicata all’Evangelista e al Battista.

 

 






Precedente - Successivo

Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (V89) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2007. Content in this page is licensed under a Creative Commons License