Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
Giuseppe Gioachino Belli
Sonetti romaneschi

IntraText CT - Lettura del testo

Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

1324. Li miracoli

 

Li miracoli, caro sor Donato,
l’hanno sempre da li Santi novi;
perché a questi èsse1 che jje ggiovi,
e li vecchi hanno bbell’e assicurato.

 

Chi vvò2 adesso miracoli li trovi
in quarche Vvenerabbile o Bbeato;
ma a ccercalli in un zanto staggionato
è inutile inzinenta3 che cce provi.

 

Nun vedete l’Apostoli, sor coso,
da quanto tempo hanno finito er patto4
e sse 5 mmessi in stato de riposo?

 

Benché Ssan Pietro nun abbotta fiaschi,
e llurtimo miracolo l’ha ffatto
a ttempi nostri in ner Palazzo Bbraschi.6

 

29 ottobre 1835

 




1 Può essere.

2 Vuole.

3 Insino.

4 Il patto, in questo senso, è «quel lavoro che nelle scuole assegnasi alle fanciulle».

5 Si sono.

6 Palazzo fabbricato al cadere dello scorso secolo dal duca Luigi Braschi nipote del successor di san Pietro, Pio vi.

 

 






Precedente - Successivo

Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (V89) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2007. Content in this page is licensed under a Creative Commons License