Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
Giuseppe Gioachino Belli
Sonetti romaneschi

IntraText CT - Lettura del testo

Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

1334. Er funerale d’oggi

 

Le messe de li morti che la cchiesa
fa ccelebbrà ppellanime purgante,
danno sempre er zufrutto tutte quante
senza pavura de bbuttà la spesa.

 

Perché, ssi1 pper zuffraggio se sii presa
quarcanima groriosa e ttrïonfante,
Iddio lo svorta2 all’antre3 anime sante
che stanno ancora tra la bbrascia4 accesa.

 

Ecco: la messa che Ppapa Grigorio
manna5 oggi a Rraffaelle,6 sur zupposto
che stii da trescentanni in purgatorio,

 

Iddio, caso ch’er Papa nun c’ingarri,7
l’appricherebbe a un’antranima arrosto:
presempio8 a cquella de monzú Vvicarri.9

 

17 ottobre 1834

 




1 Se.

2 Lo rivolge.

3 Alle altre.

4 Bragia.

5 Manda.

6 Messa solenne di requie celebrata il 17 ottobre 1834 nel Pantheon, ove riposano le ritrovate spoglie di Raffael Sanzio.

7 Non c’indovini, non ci colga.

8 Per esempio.

9 Il pittore Wicar, morto di recente.

 

 






Precedente - Successivo

Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (V89) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2007. Content in this page is licensed under a Creative Commons License