Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
Giuseppe Gioachino Belli
Sonetti romaneschi

IntraText CT - Lettura del testo

Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

1337. Er cardinal camannolese

 

Che mmorte arruvinosa!1 che ggran danno!
Er Zanto Padre ha bben raggione s’urla,
e ssi2 in ner caso suo bbeve e ssinciurla3
pe ssoffogà le fotte che jje fanno.4

 

Cardinali, capisco sce5 ne stanno,
ma a rrimpiazzà un Vicario nun ze6 bburla;
e pprima che sse(6) peschi un antro7 Zzurla
sc’è da bbuttà la rete pe cquarcanno.

 

Dove se(6) trova un antro soggettone
de novanta descine8 com’e llui
che a vvedello v’incuti suggizzione?

 

Dove, cristo, se(6) metteno le mane
pe rrïuní li riquisiti sui
ne l’arivede er pelo a le puttane?9

 

19 novembre 1834

 




1 Rovinosa.

2 Se.

3 S’imbriaca.

4 Il mal umore.

5 Ce.

6 Si.

7 Altro.

8 Decine.

9 Nel rivedere il pelo alle ecc.: nel gastigare le ecc.

 

 






Precedente - Successivo

Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (V89) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2007. Content in this page is licensed under a Creative Commons License