Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
Giuseppe Gioachino Belli
Sonetti romaneschi

IntraText CT - Lettura del testo

Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

1557. Un antro viaggio der Papa

 

Riccontaveno cqui ccom’e cquarmente
er battello a vvapore è un tammurlano1


c’ortre li marinari e ’r capitano
appena sce entrà ppocantra ggente.

 

Bbè ttutto questo nun è vvero ggnente,
perché cquanno passò er Meliterrano2
sce salí er Zanto Padre, e a mmano a mmano
tutta la Corte sua commodamente.

 

E avete da sapé cche li viannanti
che ggià ccereno sopra, sce restorno,
e cce staveno larghi tutti quanti.

 

Io ste cose le so da la padrona
che lo disse a llei stessa l’antro ggiorno
la puttana santissima in perzona.3

 

2 giugno 1835

 




1 Tamburlano.

2 Il Mediterraneo, battello a vapore francese, che passò a que’ giorni da Civitavecchia, e il Papa vi montò su per recarsi alle saline. Il capitano fu creato cavaliere di S. Gregorio, e l’equipaggio ebbe un regalo di 50 gregorine d’oro da 5 scudi l’una.

3 Vedi nota 1a del son. precedente.

 

 






Precedente - Successivo

Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (V89) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2007. Content in this page is licensed under a Creative Commons License