Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
Giuseppe Gioachino Belli
Sonetti romaneschi

IntraText CT - Lettura del testo

Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

1592. La scummunica

 

La scummunica inzomma è una parola
che ddisce er Papa, e appena Iddio l’ha intesa
l’ubbidissce ar momento, e vve conzola
cor cacciavve dar gremmo1 de la Chiesa.

 

Abbasta una scummunica, una sola,
pe sbattezzavve;2 e gguai chi sse l’è ppresa!
vvení Ggesucristo co la stola
a bbenedillo, bbutta via la spesa.

 

Domenica er Curato l’ha spiegata,
e ha detto: «Iddio ne guardi si3 pprennete
la scummunica nata e mmarinata.4

 

Un libbro, un cazzo, un scappellotto a un prete,
un sputo, una scorreggia, una pissciata
ve scummunicà cquanno volete».

 

25 agosto 1835

 




1 Dal grembo.

2 Sbattezzarvi.

3 Se.

4 Anathema et Maranatha.

 

 






Precedente - Successivo

Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (V89) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2007. Content in this page is licensed under a Creative Commons License