Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
Giuseppe Gioachino Belli
Sonetti romaneschi

IntraText CT - Lettura del testo

Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

1624. L’ammalato magginario1

 

Lo crederò pperché mme lo ggiurate
c’un antro po’ nnun ve trovavo vivo.
L’aspettito2 però mmica è cattivo:
io ve vedo com’erivo3 stistate.4

 

Volete guarí5 ssubbito? Maggnate,
bbevete quarche bbon ristorativo,
levateve dar culo er lavativo,
e usscite in ste bbellissime ggiornate.

 

Fora, fora: un po’ d’aria de campaggna:
quello sce 6 ppe vvoi: moto, alegria,
e ppoi ggnente pavura de magaggna.

 

, a ffiumaccio spezziale e spezziaria.
L’omo campa cquaggiú dde quer che mmaggna;
e ’r curasse7 è la peggio ammalatia.

 

5 settembre 1835

 




1 Immaginario.

2 L’aspetto.

3 Com’eravate.

4 Questa estate.

5 Guarire.

6 Ci vuole.

7 E il curarsi.

 

 






Precedente - Successivo

Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (V89) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2007. Content in this page is licensed under a Creative Commons License