Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
Giuseppe Gioachino Belli
Sonetti romaneschi

IntraText CT - Lettura del testo

Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

1625. Er cimiterio de San Lorenzo1

 

Jeri2 a vventitré ora finarmente
sto scimiterio è stato bbenedetto.3
T’assicuro che ffu un carnovaletto,
per gran concorzo de carrozze e ggente.

 

Le seppurture vecchie er Papa ha ddetto
che dd’or’impoi nun zèrvino4 ppiú a ggnente,
perché tutti li morti istessamente5
anneranno6 llaggiú ssopr’un carretto.

 

Però, s’intenne,7 da li Papi8 in fori,
e ccardinali, e vvescovi, e pprelati,
e ppreti, e ffrati, e mmoniche e ssiggnori.

 

Ne sarà ppuro9 accettuato10 oggnuno
che sse11 terrà da conto li curati...
Inzomma, via, nun ciannerà12 ggnisuno.

 

6 settembre 1835

 




1 Principiatosi a costruire sotto l’impero di Napoleone, ed ora in parte compiuto sotto l’impero del timor del cholera, onde abolir l’uso della tumulazione nelle chiese.

2 Giovedì 3 settembre 1835.

3 Dal vicario, cardinale Odescalchi.

4 Non servano.

5 Ugualmente.

6 Andranno.

7 S’intende.

8 Dai Papi.

9 Pure.

10 Eccettuato.

11 Si.

12 Non ci andrà.

 

 






Precedente - Successivo

Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (V89) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2007. Content in this page is licensed under a Creative Commons License