Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
Giuseppe Gioachino Belli
Sonetti romaneschi

IntraText CT - Lettura del testo

Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

1883. Er niverzario1 de l’incoronazzione

 

Povero Papa mia! fu ttantaffritto
de concèdesce2 er corzo e li fistini3
vòti de Purcinelli e Traccaggnini,4
e ascrívesce5 le mmaschere a ddilitto,

 

che ssubbito ordinò cco un antreditto
ch’er Monte-de-pietà ssenza quadrini
aridassi6 li peggni piccinini,
acciò er popolo ssciali7 e sse8 stia zzitto.

 

La quale er Zanto Padre pe ffà ffronte
a la spesa, ttutta ma pporzione,
penzerà lui d’aringretànne9 er Monte.

 

Defatti co cquer core da Sanzone,
je mannò,10 cché ll’ha ssempre bbell’e ppronte,
quattro mijjara de bbonintenzione.

 

4 febbraio 1837

 




1 L’anniversario.

2 Di concederci.

3 Festini.

4 Arlecchini.

5 Ascriverci.

6 Ridasse.

7 Goda.

8 Si.

9 Di rintegrarne.

10 Gli mandò.

 

 






Precedente - Successivo

Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (V89) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2007. Content in this page is licensed under a Creative Commons License