Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
Giuseppe Gioachino Belli
Sonetti romaneschi

IntraText CT - Lettura del testo

Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

1969. Er giuramento

 

Questo : in ne l’esàmi er giuramento
se1 a li tistimonî: er reo nun giura.
Io nun ho mmai ggiurato; e sta’ ssicura
che de proscessi ho ggià spallato er cento.

 

Quer mette2 un poveromo in ner cimento
de 3 ’na verità ccontro natura
saríana sscelleraggine addrittura,
peggio che ssi jje dàssino4 er tormento.

 

Si ppoi5 un proscessante der governo
protennessi6 incastramme la cusscenza
tramezzo de la forca e dde l’inferno;

 

tra cquer po’ de pappina e sto ssciroppo,
io bbadería piú ppresto7 a la sentenza
che vviè8 pprima c’a cquella che vviè ddoppo.

 

24 gennaio 1838

 




1 Si.

2 Quel mettere.

3 Di dire.

4 Se gli dassero.

5 Se poi.

6 Pretendesse.

7 Piuttosto.

8 Che viene.

 

 






Precedente - Successivo

Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (V89) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2007. Content in this page is licensed under a Creative Commons License