Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
Giuseppe Gioachino Belli
Sonetti romaneschi

IntraText CT - Lettura del testo

Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

2037. La caccia provìbbita

 

Ma tte possi ingozzà mmille detali
de seme staggionato de dolori!,
le lègge chi le fa? li monziggnori.
Le lègge chi le fa? li cardinali.

 

Che spesce dunque de li mi’ stivali,
si er banno su la caccia è usscito fori
quanno ggià sti futtuti cacciatori
aveveno spariti l’animali?

 

L’antro mese sc’è stato concistoro:
li cardinali novi in conzeguenza
doveveno penzà a li casi loro.

 

Senza un spiduccio d’uscelletti, senza
quer po’ de svojjatura e dde ristoro,
se poteva un pranzo da Eminenza?

 

4 marzo 1844

 

 

 




Precedente - Successivo

Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (V89) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2007. Content in this page is licensed under a Creative Commons License