Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
Giuseppe Gioachino Belli
Sonetti romaneschi

IntraText CT - Lettura del testo

Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

2070. La donna arrubbata

 

E in quanti? in zette! me cojjoni?! in zette?
sette burrini pe arrubbà una donna!
Figurete, pe ddio, che bbaraonna!,
che sscenufreggería!, che ccacc’e mmette!

 

E ssott’a ttanti furmini e ssaette
va’ ssi sta sciorcinata nun ze sfonna!
Si ffussi l’occhialon de la Ritonna,
se spaccherebbe, e cce voría scommette.

 

Ma cquesto nun zarebbe un accidente.
Le donne, pe mmé ttanto, bbuggiaralle!
Penzo er Papa si ccome se la sente!

 

Se mmessi un ber tibbi su le spalle.
E cce ttante donne che ppe ggnente
ce viengheno da sé ssenzarrubballe!

 

26 dicembre 1844

 

 

 




Precedente - Successivo

Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (V89) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2007. Content in this page is licensed under a Creative Commons License