Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
Giuseppe Gioachino Belli
Sonetti romaneschi

IntraText CT - Lettura del testo

Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

2074. Le caluggne contrer governo

 

E ddàjje cor Governo! O è ccaro er pane,
o nun c’è da scallasse in ne l’inverno,
o vve sbajjeno un nummero in un terno,
o vvabbuscate un mozzico da un cane,

 

o la commedia in musica è un inferno,
o sse fa ttroppo ghetto a le bbefane,
o le ggente se meneno le mane...
subbito senti: «E ccosa fa ir Governo?».

 

Ma ssò ppropio bbadiali sti sciarloni!
E ’r Governo ha da stà ccom’un editto
incollato pe ttutti li cantoni?

 

Sta’ attenta che mmommò ppuro è un dilitto
der Governo si llosti nun bboni,
o er friggitore v’ha bbrusciato er fritto!

 

26 dicembre 1844

 

 




Precedente - Successivo

Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (V89) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2007. Content in this page is licensed under a Creative Commons License