Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
Giuseppe Gioachino Belli
Sonetti romaneschi

IntraText CT - Lettura del testo

Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

2102. [Er volo de Simommàgo]

 

Cert’è pperò cch’è un gran Governo ingrato.
Liscenziallo accusí ppovero Tosti!
Doppo che Ddio lo sa cquanto je costi
sta via-crusce der zutesorierato!

 

Chi ha rrippezzato Roma, ha rrippezzato?
Chi ha ccressciuti l’incerti ne li posti?
Chi ha ffatto tanti debbiti anniscosti
pe sfamà ttutti e mmantené lo Stato?

 

Chi ll’ha impacchiati, dico, tanti artisti,
mastri de casa, decani, cucchieri,
segretari, archidetti e ccomputisti?

 

Se mmai viste all’antri tesorieri
carrozze com’a llui? Se mmai visti
li scudi rotolà ccome li zzeri?

 

13 gennaio 1845

 

 




Precedente - Successivo

Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (V89) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2007. Content in this page is licensed under a Creative Commons License