Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
Giuseppe Gioachino Belli
Sonetti romaneschi

IntraText CT - Lettura del testo

Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

2127. Er Papa in ner Corpusdommine

 

Portà un vecchio un par d’ora in priscissione
pe Ppiazza Rusticuccia e er Colonnato,
tritticanno llà in cima inarberato
sotto quer culiseo de pivialone:

 

arrampicallo poi ccusí scarmato
su ppe le scale, er portico e ’r loggione,
pe cconzolà cco la bbinidizzione
tutt’er monno-cattolico affollato...

 

Povero vecchio! e cchi jje ddà ttorto,
si ddoppo ste dufronne de smazzata
se bbuttò ss’una sedia e arrestò mmorto?

 

Però, ddicheno l’ommini cattivi
ch’er morto diede a ppranzo una taffiata
da cojjonà li morti e ppiú li vivi.

 

6 gennaio 1846

 

 




Precedente - Successivo

Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (V89) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2007. Content in this page is licensed under a Creative Commons License