Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
Giuseppe Gioachino Belli
Sonetti romaneschi

IntraText CT - Lettura del testo

Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

2169. L’affari de Stato

 

Che fa er Governatore? Arrota stilli
e li dispenza a sbirri e bberzajjeri.
E er Vicario? Arimúscina misteri
per inventà ppeccati e ppoi punilli.

 

E er Tesoriere? Studia er gran bussilli
de straformà er bilancio in tanti zzeri.
E er Zegritar de Stato? Sta in guai seri
pe ttrovà mmodo d’affogà li strilli.

 

Tratanto er Papa cosa fa? Ssiacciso!,
guarda er zuorlòggio d’Isacchesorette,
e aspetta l’ora che sia cotto er riso.

 

Si ppoi pe ggionta sce volete mette
quer che ffa er PadrEterno in paradiso,
sta a la finestra a bbuttà ggiú ccroscette.

 

28 aprile 1846

 

 




Precedente - Successivo

Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (V89) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2007. Content in this page is licensed under a Creative Commons License