Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
Giuseppe Gioachino Belli
Sonetti romaneschi

IntraText CT - Lettura del testo

Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

2192. Una bbella penzata

 

E bbenedetto sia Nostro Siggnore,
che ppe ffà vvede che nun è un stivale
ha ccreato pe pprimo cardinale
quer bravo Monziggnor Governatore.

 

Sta nomina che cqui je fa ppiú onore
che ssi calava un quadrinello ar zale,
o ssi avessi ordinato ch’er caviale
fussi padrone de mutà ccolore.

 

Questa è ’na gran fumata ch’er zovrano
penza ar decoro der zagro Colleggio
e cche le bbrijje sa ttenelle in mano.

 

Cusí quer ch’era prima un scenufreggio
annerà dda cqui avanti a mano a mmano
sicutèra in principio e nnunche e peggio.

 

21 dicembre 1846

 

 




Precedente - Successivo

Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (V89) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2007. Content in this page is licensed under a Creative Commons License