Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
Giuseppe Gioachino Belli
Sonetti romaneschi

IntraText CT - Lettura del testo

Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

148. L’incontro cor padrone vecchio

 

«Sor Conte...» «In grazia, chi?...». «Vostraccellenza
che! nun m’ariffigura?» «...Non m’inganno...».
«Tăccāgna». «Ah, sì: e di dove?» «Da Fiorenza».
«Che siete stato a farvi?» «Er contrabbanno».

 

«Buono!. Ed or...?» «Servo er Papa». «In quale essenza
«De sordato». «E da quanto?» «Eh, mmuffalanno».1 «In qual’armi servite?» «Culiscenza,2
Reggimento Canajja3 ar zucommanno».

 

«Cioè?» «Guardia-donor-de-pulizzia».
«Corpo di poco onor». «Ma cce se maggna».
«Dunque, siete contento». «Eh, ttiro via».

 

«Dove state?» «A Marittimo-e-Ccampagna».4
«Ma ora?» «Sto in promesso5 a ccasa mia».
«Ed abitate sempre... » «A la Cuccagna».6

 

«Addio, dunque, Taccagna».
«Voria bascià la mano...». «Oh! un militare!
Nol permetterò mai». «Come ve pare».

 

Terni, 1 ottobre 1831 - D’er medemo

 

 




1 Mo fa l’anno: è un anno.

2 Con licenza.

3 Dall’epoca della rivolta del 1831 è stata organizzata una milizia di bravi papalini anfibia tra il soldato e il birro, la quale ha ottenuto dai popoli il nome di Regimento-Canaglia.

4 Marittima e Campagna: provincia a sud-est di Roma.

5 In permesso.

6 Così è detta una estremità della gran Piazza Navona, già Circo di Alessandro Severo, e ciò, come si vuole, perché ivi si eseguiva in tempi non remoti il giuoco detto della Cuccagna.

 

 






Precedente - Successivo

Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (V89) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2007. Content in this page is licensed under a Creative Commons License