Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
Giuseppe Gioachino Belli
Sonetti romaneschi

IntraText CT - Lettura del testo

Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

420. Er Papa

 

Bisogna ccher Papa cuanno è Ppapa
diventi granne peggio d’un colosso,
c’ogni pelo je creschi come un osso,
e abbi ogn’occhio più ggranne d’una rapa.

 

Bisoggna ch’er sagro culo grosso
ne li carzoni vecchi nun je capa,
e cche l’uscello je s’abbotti addosso
come la pelle gonfia d’una crapa.1

 

Perché a Ccaster-gandorfo2 a mman’a mmano
papa Grigorio indegnamente ha ddetto
a ttutto-cuanto er popolo romano,

 

che cquanno torna a Rroma, poveretto,
annà abbità a Ssampietrinvaticano(3)
perché a Mmonte-cavallo3 ce sta stretto.

 

Terni, 6 novembre 1832 - Der medemo

 




1 Capra.

2 Castel-Gandolfo, terra contigua a Roma, ove è la villeggiatura de’ Papi.

3 I due palazzi pontifici, attualmente abitabili, sono quelli del Vaticano e del Quirinale, detto Monte-Cavallo.

 

 






Precedente - Successivo

Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (V89) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2007. Content in this page is licensed under a Creative Commons License