Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
Giuseppe Gioachino Belli
Sonetti romaneschi

IntraText CT - Lettura del testo

Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

450. La poverella

 

Fate la carità, ssiggnora mia,
in onor der grorioso san Cremente:
conzolate sto poverinnoscente
che ppe la fame me sta in angonía.

 

Eh ajjutateme voi tra ttanta ggente,
eh ffatemela na vemmaria1


ar zagro core de Gesúmmaría:
mezzo bbaiocco a vvoi nun ve fa ggnente.

 

Ah llustrissima, nùn m’abbandonate,
che la Madonna ve pôzzi concede2
tutte le grazzie che ddisiderate.

 

Pe l’amor de Maria der bon conzijjo,
soccorrete una madre che vve chiede
quarche ssoccorzo da sarvajje3 un fijjo.

 

25 settembre 1835

 




1 Un’ave-maria.

2 Vi possa concedere.

3 Salvarle.

 

 






Precedente - Successivo

Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (V89) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2007. Content in this page is licensed under a Creative Commons License