Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
Giuseppe Gioachino Belli
Sonetti romaneschi

IntraText CT - Lettura del testo

Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

735. Er ventre de vacca1

 

’Na setta de garganti2 che rrameggia3
e vvò ttutto pe fforza e cco li stilli:
un Papa maganzese4 che stangheggia,5
promettènnosce6 tordi e cce ggrilli.

 

’N’armata de todeschi che ttraccheggia
e cce un occhio a ccarzalli e vvestilli:7
un diluvio de frati che scorreggia
e intontissce8 er Ziggnore co li strilli.

 

Preti cocciuti ppiú dde tartaruche:
edittoni da facce9 un focaraccio:
spropositi ppiù ggrossi che ffiluche:

 

li cuadrini serrati a ccatenaccio:
furti, castell’in aria e ffanfaluche:
eccheve10 a Rroma una commedia a bbraccio.11

 

Roma, 13 gennaio 1833

 




1 Essere in un ventre di vacca: trovarsi in lieta e comoda vita.

2 Bravi.

3 Delira.

4 Di mala fede: dai noti di Maganza.

5 Stangheggiare: andar sottile nel mantener grosse promesse.

6 Promettendoci.

7 Calzarli e vestirli.

8 Instupidisce.

9 Farci.

10 Eccovi.

11 Improvvisata.

 

 






Precedente - Successivo

Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (V89) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2007. Content in this page is licensed under a Creative Commons License