Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
Giuseppe Gioachino Belli
Sonetti romaneschi

IntraText CT - Lettura del testo

Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

799. La Stramutazzione1

 

La sai la gran notizzia? Anna Bbalena2
cuella donna co ttanta de ficona,3
che ccantava in commedia a Ttordinona,4
è ddiventata omo, e sse lo smena.

 

Credi che tte cojjoni, Madalena?
In ste cose che cqui nnun ze cojjona.
È ppropio, diventata Omo in perzona
cor ciscio5 che jje fa lla cannofiena.6

 

Ma ccome fu? Bbisoggna , Ssan Marco,7
ch’er nome istesso de cuannera donna8
l’aiutassi a ppassà ssott’a cquellarco.9

 

Cuestarco ffà ppuro un Manfrodito:10
e ddevèsse11 accusí12 cche la Madonna
diventassi13 da sé mmojje e mmarito.

 

Roma, 21 gennaio 1833

 




1 La transmutazione.

2 Sull’Anna Bolena, detta Anna balena, vedi il Sonetto...

3 La Signora che rappresentava la parte di quella famosa regina, era assai grande e membruta. La Galzerani.

4 Vedi la nota... del Sonetto...

5 Vedi il Sonetto...

6 Il giuoco dell’altalena.

7 San Marco vale «per forza».

8 Cioè balena: vedi qui la nota 2.

9 L’arco baleno: l’iride. Si fa credere ai fanciulli, e qualche donna lo crede anch’essa, che, passando sotto l’arcobaleno, si muti sesso.

10 Ermafrodita: androgine.

11 Essere.

12 Così.

13 Diventasse.

 

 






Precedente - Successivo

Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (V89) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2007. Content in this page is licensed under a Creative Commons License