Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
Giuseppe Gioachino Belli
Sonetti romaneschi

IntraText CT - Lettura del testo

Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

972. Er peccato origginale

 

Arrivato a l’età dde la raggione
Ggesucristo entrò a sguazzo1 in ner Giordano,
e sse fesce2 cristiano, fedelone,
cattolico, apostolico, romano.

 

Poi se n’annò ccor croscifisso in mano
predicanno a ’ggni sorte de perzone
che cchi nun z’è ssciacquato er coccialone3
vederà er paradiso da lontano.

 

L’unica fu la Vergine Mmaria
che sse sarvò4 ssenzèsse bbattezzata,
perché, a cquanto se sa, mmorze5 ggiudia.

 

E la cosa è bbenissimo aggiustata.
Nun aveva bbisoggno de lesscía6
chi nnascé7 ccome un panno de bbucata.8

 

Terni, 27maggio 1833

 




1 A guazzo.

2 Si fece.

3 La testa.

4 Si salvò.

5 Morì.

6 Di...

7 Nacque.

8 Di bucato.

 

 






Precedente - Successivo

Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (V89) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2007. Content in this page is licensed under a Creative Commons License