Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
Giuseppe Gioachino Belli
Sonetti romaneschi

IntraText CT - Lettura del testo

Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

1038. Er grannaccaduto successo a Pperuggia

 

Ma cche ffatti se1 senteno, eh Strijjozzo?
Manco fussimo2 ar tempo de Nerone.
Legà in der zonno un povero padrone
e bbuttallo in camiscia drentar pozzo!

 

Striggneje, sarvoggnuno, er gargarozzo
co un fazzoletto bbianco de cottone!3
ficcajje un stracc’in bocca, e cco un bastone
incarzajjelo ggiú ssino in der gozzo!

 

Pe arrubbà cquattrargenti e cquarcanello
c’era bbisoggno , ffijji de cani,
de ttutto storrore de sfraggello?

 

Volete ammazzà un omo oggi o ddomani?
Eh bbuggiaravve, pijjate un cortello
e ammazzatelo ar meno da cristiani.

 

5 gennaio 1834

 




1 Si.

2 Nemmeno se fossimo.

3 Cotone.

 

 






Precedente - Successivo

Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (V89) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2007. Content in this page is licensed under a Creative Commons License