Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
Giuseppe Gioachino Belli
Sonetti romaneschi

IntraText CT - Lettura del testo

Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

1043. Er Carnovale der 34

 

Ce saranno le mmaschere quest’anno?
A mmé mme1 disce er mozzo de Caserta
che llui ha inteso a ddí ppe ccosa scerta
da ’na spia amica sua, che cce saranno.

 

È vvero che le spie 2 ggente asperta,3
che li fatti che llantri4 nu li sanno
tanto imbrojjeno loro e ttanto fanno
che l’arriveno a vvede5 a la scuperta.

 

Puro, in quanto a le mmaschere, sor oste,
ho ppavura c’arrestino6 a lo scuro,
perch’er Papa nun ffacce anniscoste.

 

Er crede7 e lo sperà ssò ccose bbelle;
ma a sto monnaccio nun c’è de sicuro
che dducose: la morte e le gabbelle.

 

9 gennaio 1834

 




1 Mi.

2 Sono.

3 Esperta.

4 Gli altri.

5 A vedere.

6 Che restino.

7 Il credere.

 

 






Precedente - Successivo

Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (V89) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2007. Content in this page is licensed under a Creative Commons License