Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
Giuseppe Gioachino Belli
Sonetti romaneschi

IntraText CT - Lettura del testo

Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

1081. L’udienze der Papa novo1

 

Io 2 ppalaferniere,3 e in conseguenza
credo de stà a Ppalazzo in certo sceto4
da èsse5 ar caso de sapé oggni peto6
de quanto s’ha da ppe avé l’udienza.

 

Nun volenno7 èsse arimannati arreto8
bbisoggna abbino tutti l’avertenza
de scrive9 a Mmonziggnore in confidenza
quello ch’er Papa ha da sentí in zegreto.

 

Dette c’ha oggnuno le bbudella sua,
stenne10 er Mastro-de-Cammera un quinterno
de nomi, e ’r Papa ce ne sscejje dua.

 

A ttutti l’antri11 nun je tocca un corno;
perché er Papa ggià ssa cche in un governo
nun ce ponnèsse che dduaffari ar giorno.

 

13 marzo 1834

 




1 Gregorio xvi, felicemente regnante.

2 Sono.

3 Palafreniere.

4 Ceto.

5 Essere.

6 Peto, per «minuzia».

7 Volendo.

8 Addietro.

9 Scrivere.

10 Stende.

11 Altri.

 

 






Precedente - Successivo

Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (V89) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2007. Content in this page is licensed under a Creative Commons License