Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
Giuseppe Gioachino Belli
Sonetti romaneschi

IntraText CT - Lettura del testo

Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

1120. Er zonetto pe le frittelle

 

Se vede bbe1 cche ssei poveta, e vvivi
co la testa in ner zacco. Er friggitore
che cquestanno ha er concorzo er piú mmaggiore
e nnun c’è ffrittellaro che l’arrivi,

 

è Ppadron Cucchiarella. Ôh, ddunque, scrivi
un zonetto pe llui, tutt’in onore
de quer gran Zan Giuseppe confessore,
protettor de li padri putativi.2

 

Cerchelo longo,3 e nun compone4 quello
che ffascessi5 l’antranno6 a Bbariletto
e ttrovassi7 in zaccoccia a ttufratello.

 

Ner caso nostro sce voría8 un zonetto
a uso de lunario, da potello9
stampà in fojjo, e, cchi vvò, ppuro a llibbretto.10

 

19 marzo 1834

 




1 Si vede bene.

2 Nel giorno di San Giuseppe sposo della Vergine, i cosí detti friggitori sfoggiano gran pompa ed appendono alle loro adobbate trabacche sonetti e anacreontiche, in onore di San Giuseppe e delle loro frittelle. Non è raro il veder queste paragonate fino alle stelle del firmamento. Né come può credersi il poeta vi manca pur mai alle lodi del frittellaio che gliene fa gustare in onorata mercede di ascrei sudori. Attalché di un tal friggitare Gnaccherino ebbesi una volta ad udire non esservi che «Un Sole in cielo e un Gnaccherino in terra».

3 Cercalo lungo.

4 Comporre.

5 Facesti.

6 L’altr’anno.

7 Trovasti.

8 Ci vorrebbe.

9 Poterlo.

10 Lunarj in foglio e lunarj a libretto: è il grido de’ venditori de’ lunari, chiamati i Bugiardelli.

 

 






Precedente - Successivo

Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (V89) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2007. Content in this page is licensed under a Creative Commons License