Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
Giuseppe Gioachino Belli
Sonetti romaneschi

IntraText CT - Lettura del testo

Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

1162. Er governo de li ggiacubbini

 

Iddio ne guardi, Iddio ne guardi, Checca,
toccassi1 a ccommannà a li ggiacubbini:
vederessi2 una razza d’assassini
peggio assai de li Turchi de la Mecca.

 

Pe aringrassasse3 la panzaccia secca
assetata e affamata de quadrini,
vederessi mannà cco li facchini
li càlisci de Ddio tutti a la zecca.

 

Vederessi sta manica de ladri
raschià ddrent’a le cchiese der Ziggnore
l’oro da le cornisce de li quadri.

 

Vederessi strappà ssenza rosore4
li fijji da le bbraccia de li padri,
che ssaría mejjo de strappajje er core.

 

5 aprile 1834

 




1 Toccasse.

2 Vedresti.

3 Ringrassarsi.

4 Rossore.

 

 






Precedente - Successivo

Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (V89) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2007. Content in this page is licensed under a Creative Commons License