Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
Giuseppe Gioachino Belli
Sonetti romaneschi

IntraText CT - Lettura del testo

Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

1197. Lo sposalizzio de la Madonna

 

La santissima VerginAnnunziata,
inteso c’averebbe partorito,
se diede moto de pijjà mmarito
pe ffà ar meno quer fijjo maritata.

 

E nun stiede1 a bbadà ttanto ar partito,
perché ggià la panzetta era gonfiata:
ma a la prima occasione capitata
stese la mano, e ffu ttutto finito.

 

Su cquesto viè a cciarlà la ggente ssciocca.
Disce: «Poteva ar meno sposà cquello
che nun fascessi2 bbava da la bbocca».

 

Nun dicheno3 però ccher vecchiarello
accant’a cquer pezzetto de pasciocca
jarifiorí la punta ar bastoncello.

 

14 aprile 1834

 




1 E non istette.

2 Facesse.

3 Dicono.

 

 






Precedente - Successivo

Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (V89) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2007. Content in this page is licensed under a Creative Commons License