Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
Giuseppe Gioachino Belli
Sonetti romaneschi

IntraText CT - Lettura del testo

Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

1201. La caggnola de Lei1

 

La mi’ padrona? eh! cchi nun jarispetta2
la su’ caggnola de razza martesa,3
sia puro chi sse sia,4 ffà la spesa
de quattro torce e dd’una cassa stretta.

 

Lei? la caggnola? ce va a la toletta,
se la tiè a lletto, se la porta in chiesa...
inzomma, via, chi incontra la Marchesa
è ccerto d’incontrà la caggnoletta.

 

Bbisogna vede5 li bbasci, bbisoggna
sentí le parolette che jje disce:
e la ladra, e la bbirba, e la caroggna...

 

Dove se ttrovà un amore come
quel’amor che cce porta, sor Filisce,
a mmette6 a una bbestiola er nostro nome?

 

14 aprile 1834

 




1 Lei, assolutamente, è la Padrona.

2 Non le rispetta.

3 Maltese.

4 Sia pure chi si voglia.

5 Vedere.

6 Mettere.

 

 






Precedente - Successivo

Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (V89) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2007. Content in this page is licensed under a Creative Commons License