Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
Giuseppe Gioachino Belli
Sonetti romaneschi

IntraText CT - Lettura del testo

Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

1246. La scala de li strozzi1

 

Caro lei, va a ttentà li capoccioni,2
e ffiotta3 poi si jjarïessce4 male?!
Cqua ppe sti ggiri5 sce 6 le su’ scale
come da le suffitte a li portoni.

 

Offerenno7 zecchini e ddobboloni
addrittura ar zoggetto prencipale
che ttiè in mano la penna ar Cardinale,
c’è ddabbuscasse un carcio8 a li cojjoni.

 

Er Zegretàr-de-Stato9 ha er zumezzano:
questo ha er zuo: l’antro un antro; e la strozzata
s’ha da spiggne10 a l’inzú dde mano in mano.

 

Er piú ggrosso, se sa, nnaturarmente
se ssempre tené a la riparata11 de poté ddí cche nnun ha avuto ggnente.

 

26 aprile 1834

 




1 Strozzo: prezzo di corruttela o prevaricazione.

2 Capoccioni: le persone più potenti.

3 Si lamenta.

4 Se gli (le) riesce, ecc.

5 Per questi giri: intrighi, maneggi.

6 Ci sono.

7 Offerendo.

8 C’è da buscarsi un calcio, ecc.

9 Il Segretario di Stato. Questa apocope, sul vocabolo segretario, non si creda già una licenza poetica, ché noi non ne abbiamo mai prese.

10 Da spingere.

11 Si vuol sempre tenere al coperto, in guardia.

 

 






Precedente - Successivo

Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (V89) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2007. Content in this page is licensed under a Creative Commons License